Parquet

Chiama lo  +39 011 9048665 

Parquet

Come il parquet esiste solo il parquet. L’eleganza, la consistenza, i colori caldi e intensi del legno: il parquet fa subito casa. Per questo motivo Costa Ceramiche propone un vasto assortimento delle marche più famose e rinomate del settore. La qualità dei materiali, unita alla naturalità delle essenze lignee, donerà un tocca di classe e calore ad ogni ambiente. Visitate lo showroom e vi innamorate dei nostri rivestimenti in legno.

Cadorin

Listoni d'oro

Costa Ceramiche è rivenditore della preziosa linea della collezione Cadorin, parquet in tavolato realizzato e brevettato da Cadorin Group.
È una linea realizzata con listoni di legno di grandi dimensioni, con un’attenta scelta del materiale. Particolari lavorazioni superficiali creano la base ottimale per l'applicazione della Fogli in Oro, Argento e Rame. Questi metalli preziosi trovano perfetta simbiosi con le venature del legno, regalando alle larghe tavole di parquet effetti di magica originalità.
Logo - ADORIN LUXURY

Consigli sulla posa

Il massetto

Disponibile in diversi materiali il massetto di cemento, con spessore di circa 5 cm, ha bisogno di tempo di indurimento e stagionatura (da 15 a oltre 90 giorni). La stesura deve essere omogenea, avere uno spessore uniforme per tutta la sua estensione, e non deve contenere tubi posizionati nello strato inferiore. L’umidità residua del massetto non deve essere superiore all'1,7 - 2%, ed è necessario distanziare il massetto dalle pareti con idonei giunti di costruzione, oltre a prevedere opportuni giunti di contrazione in corrispondenza delle soglie.

Il massetto riscaldante

Il legno, isolante naturale, impedisce il contatto diretto con il calore emesso dai pannelli radianti, migliorando il comfort abitativo. In fase progettuale, le tubazioni circolanti nel pavimento devono essere coperte da un massetto di 3-5 cm. Prima della posa del parquet è necessario azionare l’impianto di riscaldamento, aumentando gradualmente la temperatura dell’acqua, fino al raggiungimento della temperatura ambientale di circa 20-25°, e mantenerla costante per circa 15 giorni consecutivi. Successivamente si ridurrà gradatamente la temperatura fino allo spegnimento dell’impianto nei successivi 7 giorni.Non tutti i legni possono essere posati su massetti riscaldati, ed è sconsigliato posare le specie legnose più igroscopiche come Faggio, Wengè, Afromosia, Acero, Larice e Abete.
L’eccessiva disidratazione del legno (data dal passaggio del calore) causa alle doghe delle fessurazioni sulla superficie. Per evitarle è sufficiente equilibrare l'ambiente con una corretta umidificazione dell'aria.

Posa con sistema di incollaggio

Questa tecnica consiste nel posare i listoni di legno incollati al sottofondo. Dopo la scelta del lato della stanza da cui iniziare, si procede alla posa delle prime tavole, rivolgendo l’incastro femmina verso la parete. Con appositi cunei si distanzia quindi il parquet dalla parete di 10 mm circa su tutto il perimetro. Consigliamo di posare prima a secco alcune corsie di listoni di legno, per facilitare la disposizione delle doghe, la valutazione di lunghezze e larghezze e l’eventuale taglio su misura a fine corsa. È consigliabile inserire a tratti, nel lato a incastro femmina dei listoni, del collante.

Posa flottante e galleggiante

Il sistema di posa flottante, detto anche galleggiante, consiste nell'appoggiare i listoni di legno sopra un materassino o una guaina, incollandoli solo negli incastri. Questa tipologia di posa permette all'intera area posata di flottare unita durante i normali assestamenti del legno. â€¨È necessario predisporre sul sottofondo un materassino di materiale espanso, o un feltro di circa 2 mm di spessore;questo con lo scopo di uniformare il contatto del parquet galleggiante col piano di posa, e di impedire la formazione di zone a diversa sonorità. Questo strato va risvoltato sulle pareti, dietro al battiscopa.

Verifiche prima della posa

Prima di procedere alla posa, verificare la giusta umidità del massetto e dei muri perimetrali, per mezzo di uno strumento igrometrico. Al momento della posa intonaci e raccordi devono essere asciutti, con contenuto di umidità percentuale residua non superiore al 2%. Finestre, scuri e porte devono essere installati e perfettamente funzionanti, e i locali da rivestire con il parquet devono essere arieggiati e al completo riparo da intemperie e da sbalzi termici. Bisogna procedere alla posa solo a ultimazione dei lavori di cantieristica, ed è necessaria l’applicazione di una barriera al vapore, per isolare maggiormente dall'umidità del massetto e delle pareti perimetrali gli elementi lignei.

Prefiniti a olio, cera e vernice

Nel parquet prefinito a olio, cera o vernice, la finitura raggiunge la protezione ottimale a 20-30 giorni dopo la posa, se posto alla luce e all'aria, in ambiente sano con umidità (45-65%) e temperatura ambientale costante (16-22°). In questo periodo è consigliabile prestare più cura e utilizzare calzature morbide. Nell’eventualità di altri lavori di cantieristica nei locali, è consigliabile proteggere il parquet coprendolo con materiale traspirante di spessore morbido.

Alcuni consigli pratici

  • Arieggiare sempre gli ambienti in cui è posato il parquet.;
  • Mantenere la temperatura tra 15 e 22 °C;
  • Mantenere l’umidità relativa dell’aria ambientale tra il 45 e il 65%;
  • Evitare di coprire per lungo tempo il parquet con tappeti;
  • Durante il lavaggio utilizzare sempre uno strofinaccio inumidito;
  • Proteggere il parquet in caso di lavori;
  • Utilizzare sempre i prodotti di pulizia e manutenzione consigliati dai fornitori.
Vuoi conoscere le nostre opere in parquet? Vieni nel nostro showroom per scoprire quella più adatta a te!
Share by: